Le origini
____

Il Reiki è stato scoperto all’inizio del 1900 dal Dr. Mikao Usui in Giappone.

Intorno agli anni ’40 il Reiki approda in occidente grazie a Hawayo Takata e da quel momento si diffonde a macchia d’olio.

Attualmente il Reiki è praticato in numerosi ospedali in Italia e in tutto il mondo, come terapia di supporto alla medicina tradizionale.

Scopri di più
____

La parola Reiki è formata da due ideogrammi che suggeriscono l’unione tra macrocosmo e microcosmo, come via per l’ottenimento del benessere e dell’armonia a tutti i livelli.

Il Rei rappresenta l’aspetto universale illimitato dell’energia.

Il Ki è la forza vitale che dona vita e scorre in ogni essere vivente.

Secondo le filosofie orientali e ora, anche le scienze moderne, l’Universo è incredibilmente vivo e composto di energia.

Ciò che abbiamo sempre pensato essere materia “solida”, è in effetti al tempo stesso sia particella che frequenza, anche se molto spesso ci è difficile percepire noi stessi e tutto ciò che ci circonda sotto questo duplice aspetto.

Reiki è un sistema di auto-aiuto, che si adegua all’utilizzatore e che non necessita di alcun requisito particolare.

Ci rimette in contatto con l’Energia Universale, che pervade tutta la vita e ci insegna di nuovo ad amarci, in quanto alla radice del nostro malessere c’è la separazione, che altro non è se non la mancanza di amore.

Diventa un operatore
____

E’ possibile imparare il Reiki come strumento da utilizzare prima di tutto su sé stessi e, successivamente, sugli altri, partecipando a un seminario della durata di un intero fine settimana, per ogni livello.

Esistono tre livelli nel Reiki, a cui si accede con dell’attivazioni, che hanno esclusivamente come finalità la trasmissione di energia dal Maestro di Reiki allo studente.

Durante l’attivazione di primo livello, il Rei o Consapevolezza Superiore, fa degli aggiustamenti nei canali energetici, per attivare la capacità dello studente di canalizzare l’energia, collegandolo alla sorgente dei Reiki.

Nel livelli successivi permette allo studente di armonizzarsi a frequenze via via più elevate.

Diventa un insegnante
___

Completati i primi 3 livelli di Reiki, è possibile un ultimo passaggio di apprendimento, ossia quello per diventare un Master di Reiki.

Non è una tappa obbligata, ma il frutto di una maturazione interiore, che si manifesta nel desiderio di mettersi al servizio degli altri attraverso l’insegnamento.

Questo livello, che possiamo chiamare Quarto Livello di Reiki consiste nella conoscenza e nella pratica delle Cerimonie di Iniziazione.

Il futuro Maestro di Reiki deve aver percorso un lungo cammino di crescita personale prima di poter pensare di trasmettere Reiki ad altri.

Ogni percorso pertanto è tagliato su misura di ogni singola persona, in base al suo percorso personale.