Counseling

Secondo l’OMS “il counseling è un processo che, attraverso il dialogo e l’interazione, aiuta le persone a risolvere e gestire problemi e a prendere decisioni; esso coinvolge un “cliente” e un “counselor”: il primo è un soggetto che sente il bisogno di essere aiutato, il secondo è una persona esperta, imparziale, non legata al cliente, addestrata all’ascolto, al supporto e alla guida.”

Compila il questionario per poter accedere alla consulenza conoscitiva gratuita online. Riceverai un feedback per l’individuazione del miglior percorso possibile per te.

Come può esserti utile?
____

  • Se stai affrontando un momento di crisi nella tua relazione o una separazione
  • Se devi prendere una decisione importante e non sai cosa scegliere
  • Se vuoi migliorare la tua relazione
  • Se stai cercando la soluzione ad un problema che ti assilla
  • Se vuoi capire meglio te stesso e i tuoi sentimenti e aumentare la stima di te
  • Se ti è difficile gestire lo stress quotidiano

Cosa otterrai
____

  • sviluppo del tuo potenziale
  • atteggiamenti più propositivi
  • maggiore capacità di scelta
  • superamento del momento di crisi
  • capacità di affrontare i cambiamenti
  • più decisione e chiarezza
    trovare più velocemente soluzioni ai problemi
  • sbloccare situazioni che si ripetono
  • migliorare le relazioni 
  • trasformare le tue difficoltà emotive
  • prenderti cura dei tuoi bisogni
  • avere maggiore autostima e fiducia in te
  • trovare dentro di te l’armonia e la pace

Chi è il counselor

Il counselor è un professionista nella relazione di aiuto, esperto di comunicazione e relazione.

Il counselor può essere a buon diritto definito come un professionista dei punti vista, in quanto aiuta il suo cliente a considerare le proprie complessità da diverse angolazioni e punti prospettici.

Con le proprie competenze, è in grado di favorire la ricerca della soluzione ad un problema che crea una percezione di disagio esistenziale e/o relazionale.

Interviene in presenza di momentanee difficoltà e affronta la situazione attuale del suo cliente, quindi nel qui e ora, attraverso l’attivazione delle sue potenzialità.

Nelle situazioni in cui siano invece presenti disagi esistenziali di origine psichica e pertanto necessitano di una ristrutturazione profonda della personalità, il counselor consiglierà al suo cliente la scelta di uno psicoterapeuta, sostenendolo verso questa scelta.

Il counselor è in grado di utilizzare la relazione come fonte e oggetto di conoscenza per analizzare la domanda che il cliente porta con sé, aiutandolo a dare valore ai suoi punti di forza.

Pur entrando in empatia con il suo cliente, il counselor non si sostituisce ad esso nella presa di decisioni.  Al contrario,  qualunque approccio usi il Counselor, lo scopo fondamentale è l’autonomia del cliente: che si assuma la responsabilità della propria vita, che possa fare le sue scelte, prendere le sue decisioni e porle in essere.

Il counselor aiuta il proprio cliente ad aiutarsi offrendo incondizionatamente ascolto e accettazione.

Gli riconosce la libertà di esprimere se stesso, i suoi bisogni e le sue credenze, di stabilire gli obiettivi per il suo sviluppo e benessere e di passare in questo modo da uno stato problematico ad uno ideale.

Il counselor olistico

Il counselor olistico è un professionista che, oltre all’utilizzo delle tecniche dialogiche,  lavora con competenze pluridisciplinari e approcci integrati attraverso l’uso di tecniche corporee, naturali, energetiche, artistiche e meditative, per facilitare  l’evoluzione e la crescita personale. In questo modo agevola il naturale processo di trasformazione, empowerment, consapevolezza globale della persona e promuove uno stile di vita ecologico e sostenibile.

Perchè rivolgersi ad un counselor

  • definire e risolvere un problema specifico
  • prendere decisioni
  • affrontare momenti di crisi
  • confrontarsi con i propri sentimenti e i propri conflitti interiori
  • migliorare le relazioni con gli altri e il modo di comunicare con essi
  • desiderio di auto-realizzazione e cambiamento

Il counselor in Italia

In Italia la Legge 4/2013 ha riformato tutte le professioni non organizzate in ordini o collegi, tra cui anche quella del counselor.

Questa legge ha affidato alle associazioni professionali il compito di valorizzare le competenze degli associati, in questo caso dei counselors e garantire il rispetto delle regole deontologiche per agevolare la scelta e la tutela degli utenti nel rispetto delle regole sulla concorrenza.

Esse promuovono:

  • la formazione permanente dei propri iscritti
  • adottano un codice di condotta
  • vigilano sulla condotta professionale dei loro associati e stabiliscono le sanzioni derivanti dalla violazione del codice di condotta
  • possono, su richiesta, rilasciare l’attestato di qualità e di qualificazione professionale dei servizi prestati dai soci. Tale attestato non costituisce comunque requisito necessario per l’esercizio dell’attività professionale.

In una sessione di counseling olistico  utilizzo tutte le tecniche riconosciute del counseling classico di impronta rogersiana e quelle relative all’ambito olistico, che rientrano nelle mie competenze.

Una sessione dura generalmente da 60 a 90 minuti.